Indietro

Come agisce davvero Urano

Temuto da tutti i neofiti di astrologia perché mal compreso, Urano è senza dubbio una delle forze celesti in assoluto più potenti e senza la quale il mondo e la storia dell’umanità sarebbero stati completamente differenti.
Su di lui grava la colpa se vogliamo chiamarla così, di apportare dei cambiamenti repentini e immediati nella vita delle persone; e una specie di corrente elettrica di Tornado che spariglia le carte sul tavolo e costringe le persone a ripensare atteggiamenti, condivisioni, pensieri e soprattutto le relazioni. ciò che fa paura di Urano è proprio la possibilità che rompa una relazione felice vi agora che interrompa un lavoro che dà soddisfazioni e il giusto compenso, o anche semplicemente che distrugga qualcosa della nostra vita che abbiamo sapientemente e pazientemente eretto giorno dopo giorno, mattone dopo mattone, lacrima dopo lacrima.
In parte ciò accade, e assolutamente vero che Urano possa apportare delle modifiche sostanziali alla nostra esistenza e ci costringa a prendere una strada diversa da quella che avevamo calcolato. Ma vi dico subito che se pensiamo soltanto ad una forza che interviene con gesti azioni ed eventi improvvisi a cambiarci la vita, ne abbiamo una visione assolutamente riduttiva. Come tutti i pianeti dopo Saturno, infatti, che vengono definiti anche generazionali, l’apporto di Urano si rivela fondamentale per quello che si chiama normalmente progresso. Se l’uomo ha inventato la ruota o ha scoperto il fuoco, se ha compreso come si coltiva il grano o come si erige un palazzo e via andando giù nella storia con tutte le grandi scoperte che hanno cambiato la nostra vita, Urano ci accorgiamo che è sempre presente: o perché magari è la dominante del Signore che gestisce la legge in quel determinato momento storico, o perché in quel momento sta passando sul cielo di una nazione in modo importante magari aspettando tanti altri pianeti pesanti;
Comunque sta di fatto che Urano è il più grande e motore per il progresso lo sviluppo. Sul concetto di progresso bisogna capirsi: progresso non è il semplice andare avanti e acquisire scoperte scientifiche: il progresso per essere tale significa dare una spallata al vecchio. Se prendiamo il ciclo dei segni zodiacali noi vediamo che nel segno che precede l’acquario cioè il domicilio di Urano, abbiamo il Capricorno dove la tenacia, la testardaggine, lo stakanovismo, denotano soggetti, o in astrologia mondiale periodi, in cui si arriva al massimo del potere di una certa forma politica o di governo. L’acquario che viene immediatamente dopo butterà giù dal trono quello che è stato già realizzato, e concluso, per sostituirlo con un nuovo ordine.
Se dovessi riassumere in una parola ciò che Urano fa essenzialmente sarebbe: innovazione. Considerare tutto ciò che c’è stato prima qualcosa che ha già dato il meglio di sé e che apre la pista alla sperimentazione di nuove teorie, nuove culture, nuovi messaggi. Molto spesso quando mi trovo a parlare di astrologia sia con i miei clienti che con amici e colleghi, mi rendo conto che a volte l’azione di Urano come innovatore non è del tutto ben compresa; alcuni fatti italiani assolutamente recenti mi hanno spinto a scrivere questo articolo per illustrare come poi certe spinte, certe energie siano sempre all’azione nel momento in cui sono evidenziate nel cielo.
Come tutti sapete Giove e Saturno quest’anno sono entrambi in acquario; stanno esprimendo il meglio di sé nel regno di Urano. Giove l’anno prossimo ne uscirà ma Saturno rimarrà, facendo da apripista a quello che diventerà il luogo di Plutone che nel 2025 uscendo dal capricorno si andrà a sistemare esattamente nell‘acquario per lunghissimi anni. Cosa vuol dire? Che ci troviamo davanti ad anni acquariani, fortemente, potentemente acquariani. Mi raccomando di non confondere questi anni con la mitologica era dell’acquario di cui si parla insistentemente dagli anni 70 e che si collega ad altri tipi di discorsi che non illustrerò qui in questo momento per amore di sintesi.
Un primo assaggio di cosa intenda Urano per spallata al vecchio ci vede direttamente protagonisti: quest’anno l’Italia ha vinto sia l’Eurovision song contest con la brillante vittoria dei Maneskin, e gli europei di calcio mentre eravamo dati vincenti, nelle scommesse, 12 a 1.
Ora, a parte l’ovvio orgoglio da campanile, la cosa che salta all’occhio è che in entrambi i tornei si è assistito a una vera metamorfosi: partiamo dalla manifestazione canora. Per decenni è stata il tempio del Kitsch, del roboante, del pop di basso livello, delle donnine canterine un po’ scollacciate, delle canzoncine usa e getta per l’estate, o del ritmo etnico simil- azerbaigiano con l’appeal di un’invasione di zanzare.
Quest’ anno il grande, innovativo rock dei fluidi maneskin, ha letteralmente rovesciato la tendenza e archiviato zitti e buoni tutta la paccottiglia musicale di accompagno. L’eurovision ha fatto un salto di qualità anche con gli altri classificati sul podio e non potrà mai più, pena la perdita di pubblico e investimenti, riproporre pezzi datati e superati.
Sugli europei, ormai tutti hanno notato che c’è stata la costante vittoria delle piccole nazioni che una dopo l’altro hanno mandato a casa i giganti europei del calcio: Francia, campione del mondo in carica, eliminato dalla Svizzera, il Portogallo di Ronaldo, campione in carica fermato dal Belgio a sua volta fermato da noi…. Mostri sacri e vecchie glorie, tutti a casa, si cambia passo, con un ‘Italia dall’età media dei 22 anni, fresca e con tanta voglia di riscatto.
Mi direte che questo non è proprio il progresso a cui pensavate, ma sbagliate. Le cose grandi nascono dalle piccole, come dal seme nasce una pianta o un bambino.
Urano/Acquario agirà su tutti gli elementi del periodo che trovano, e alla fine sarà una trasformazione, politica, sociale e culturale, che avrà investito la nostra epoca. Il progresso si attua anche ascoltando nuova musica, tifando nuove formazioni, aprendo la mente a ciò che verrà anche in campo tecnologico, medico, politico. E sono certa che l’Italia, con un Urano importante di transito, potrebbe giocare una parte non da poco nel quadro globale.
Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo!

    2 Comments

  1. Luisa
    6 Gennaio 2022
    Rispondi

    Tutto molto interessante. Scritto in modo chiaro e coinvolgente.

  2. amata-gio
    8 Gennaio 2022
    Rispondi

    Ti ringrazio infinitamente, continua a leggerci poiché in questi giorni caricheremo tutti gli articoli dal blog e potrai trovare altri spunti interessanti!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *